Villa Antona Traversi

mbgo cura per VILLA ANTONA TRAVERSI comunicazione & promozione!
La leggenda narra che i conti Aimo e Vermondo durante una battuta di caccia in Brianza furono inseguiti dai cinghiali fino ad un luogo in cui sorgeva una chiesa in onore di San Vittore. Qui trovarono "due lauri di meravigliosa grandezza" su cui si arrampicarono cercando la salvezza. Poiché i cinghiali continuavano a minacciarli dai piedi degli arbusti, essi fecero voto: se si fossero salvati, avrebbero fondato un monastero dedicato a S. Vittore. La Vergine esaudì le loro preghiere e per più di mille anni, la collina su cui oggi sorge Villa Antona Traversi, a Meda, ospitò il Monastero di San Vittore, il più importante cenobio femminile del contado milanese.
Dopo dieci secoli di vita e di lotte e guerre, il Monastero venne soppresso da un decreto della Repubblica Cisalpina nel 1798. Negli anni successivi fu trasformato in Villa neoclassica da Leopoldo Pollack, celebre architetto viennese, su incarico di Giovanni Maunier, che acquistò l’edificio all’asta.La Villa dotata di ampi spazi e prestigiose architetture la rendono luogo ideale di incontro per cerimonie, occasioni conviviali e di lavoro. La sua posizione panoramica, la felice ubicazione, l'amplissima disponibilità di spazi, rendono Villa Antona Traversi una eccezionale cornice per celebrazioni e feste.
Donna Federica Antona Traversi Priuli ambienta i vostri ricevimenti, ne cura la riuscita nelle splendide sale della Villa e organizza un servizio di catering raffinato ed esclusivo. A disposizione:
la rinascimentale Sala del Coro climatizzata capace di oltre 250 posti
la Limonera,
l'Ottagono
la Sala delle maschere.
Il chiostro di oltre 1000 mq
la Rotonda di 3000 mq.
La varietà e la grandezza di questi spazi sono un'ineguagliabile cornice per matrimoni, ricevimenti, convegni, galà.

….. inoltre per il giorno del tuo matrimonio c’è